Minusio - Commerci riuniti in una nuova associazione

Rilanciare il settore attraverso l'informazione

«La popolazione di Minusio dovrebbe venir informata che, sul territorio, esiste una serie di servizi e commerci non indifferente». Sarà il compito primario della neonata ACAM, Associazione Commercianti e Artigiani di Minusio. Il presidente Rodolfo Sciolli, farmacista, lo ha sottolineato durante l'assemblea costitutiva che si è tenuta mercoledì sera. Riunione a cui hanno partecipato una quarantina di commercianti su un totale di circa 250. Un buon numero che, secondo il presidente, «sarà sicuramente destinato a crescere. Alcuni, magari, devono superare una sorta di diffidenza iniziale».
Ma che senso ha proporre una un'associazione del genere? Minusio, bisogna pur dirlo, non rappresenta certo un'eccezione. Risente anch'essa della crisi. Unirsi, potrebbe risultare la carta vincente per smuovere lentamente un'economia dormiente. Non si può tuttavia negare che, in paese, circoli meno gente: «Se da un lato l'apertura della galleria Mappo-Morettina ha rappresentato una boccata d'ossigeno per un Comune costantemente afflitto dagli ingorghi, dall'altro ha penalizzato i commerci. V'è poi un altro importante discorso da affrontare. Le persone, proprio perché non conoscono le reali potenzialità dell'offerta minusiense, tendono a spostarsi verso Locarno, un centro vicino e fornito». Come si potrebbe interrompere questa catena? «E' l'obbiettivo che ci siamo prefissati: informare. Il primo passo sarà la distribuzione di un bollettino, finanziato dai commercianti, che illustri quanto il Comune offre. Si vuol proseguire sul solco già tracciato dal Municipio che, sulla pubblicazione, avrà ancora un suo spazio. Poi, organizzeremo attività ricreative e concretizzeremo le proposte che verranno. Si pensava di ripresentare la risottata di carnevale ma siamo giunti in ritardo. Sarà per il prossimo anno. Intanto dobbiamo lavorare ad un evento di presentazione dell'ACAM, magari una festa di primavera». Da sottolineare che la collaborazione con il Municipio è ottimale. «In futuro, perché no, potremo organizzare in comune uno spazio a Selezione Ambiente». Tornando all'assemblea, dopo l'approvazione degli statuti si è proceduto alle nomine: presidente, Rodolfo Sciolli. Vice, Arturo Filipponi. Segretaria-cassiera, Sonia Simonetti. Membri, Isabelle Spigaglia, Peter Ackle, Michele Alborghetti e Werner Weber.
«Insieme, potremmo avere più peso nei confronti delle autorità. Sarebbe inoltre possibile sostenere quelle associazioni che ne abbisognano».(e.b.)